Categorie
Uncategorized

Come si sta bene! Vivere in una casa SANA

Marzo 2022

Quella sensazione di benessere che va vissuta per essere compresa e che tutti vorremmo ci regalasse casa nostra.
Saper progettare e costruire per vivere nel comfort e con salubrità.

Marzo 3, 2022

casa sana casagiusta comfort benessere

Cosa troverai in questo articolo:

Tempo di lettura: 6'

Non hai abbastanza tempo? Utilizza l’indice qui sopra per saltare da una sezione all’altra.


Non vuoi o non puoi leggerlo comodamente? ASCOLTALO su Spotify.

Una sensazione di benessere sempre e comunque

Chiudete gli occhi e immaginatevi nella vostra futura casa. Magari non sapete ancora che forma avrà, che tipo di pavimento…Una cosa però è certa: in ogni scena che fantasticate, avete sempre la stessa sensazione: BENESSERE.


E che soddisfazione – non priva di una punta di orgoglio, quando gli amici verranno a trovarvi e dopo poco esclameranno, così all’improvviso: COME SI STA BENE in questa casa…come dire…comfortevole? sana?

 

In questa casa sana, in cui si respira aria sana. In cui c’è una atmosfera sana, in cui si sta proprio bene!

E invece...

casa sana casagiusta

La realtà invece ci ha troppo spesso visti pronunciare o udire frasi come queste:


Che aria viziata! Apri la finestra. Ma mamma, entra tutto il freddo!
Dopo tutto il giorno in quella stanza (casa/ufficio), mi fa sempre male la testa.
Mi sposto perché mi arrivano spifferi sulla schiena
Odora di muffa
Mamma la puzza di cavoli arriva fino in camera!
Questa stanza è una ghiacciaia
Non ce la faccio più a sentire quelli di sopra giorno e notte!
In quella camera fa così caldo che non si riesce a dormire
Non c’è un filo d’aria
Appena spegni il riscaldamento senti subito il freddo nelle ossa


Frasi tanto frequenti quanto lontane dal COME SI STA BENE che un attimo fa stavamo sognando, non trovate?


Descrivendo situazioni e sensazioni agli antipodi del BENESSERE in cui poc’anzi abbiamo fantasticato, non si addicono certo a quella che chiameremmo una casa sana.

Le quattro fasi della creazione di una Casa Sana

casa sana casagiusta comfort benessere

Qualcosa, evidentemente, è andato storto. Qualcosa che non vogliamo vada storto a casa nostra!

 

Noi di CasaGiusta naturalmente ci operiamo perché il sogno di poter dire e sentire “COME SI STA BENE” si faccia naturalmente realtà.
Ma vediamo di comprendere insieme come ciò è possibile e come d’altra parte è facile che ciò non accada, al di là di tante belle parole.

 

Pensiamo alle fasi di creazione di una casa: progettazione, costruzione, arredo e infine “abitazione” (l’atto di viverci dentro”).

Se concordiamo che l’obiettivo finale è quello di abitarla potendo dire “COME SI STA BENE”, ecco le fasi di creazione di una casa sana:

 

  • Progettare in nome del comfort
  • Costruire con materiali salubri
  • Arredare con oggetti salubri
  • Adottare buone pratiche in casa

Il mancato adempimento di anche uno solo di questi precetti, può arrivare ad inficiare tutto il buon lavoro svolto negli altri, come vedremo in alcuni esempi.

E’ anche per questo che, indipendentemente dalle fasi di cui il cliente ci ha fatto carico, noi di CasaGiusta in ogni caso “ficchiamo il naso” – in senso buono – anche nelle altre fasi, attraverso un confronto con il cliente stesso ed eventuali altre figure in gioco.
Non vogliamo assolutamente che il buon lavoro sia vanificato da interventi in direzione contraria.
Vogliamo in ogni caso che, laddove abbiamo prestato il nostro contributo – grande o piccolo, si possa dire: COME SI STA BENE.

 

Vediamo dunque di approfondire le fasi sopraelencate.

Progettare in nome del Comfort
(secondo una certa idea di benessere)

casa sana casagiusta comfort benessere

Quando si sente l’inquilino del piano di sopra in tutto e per tutto (sì, anche in bagno)…anche questa è carenza di Comfort, non credete? E qui, stiamo affrontando l’aspetto acustico.

 

Quando bisogna sempre accendere la luce in soggiorno perché il progettista ha posizionato il salotto a Nord…anche questa è carenza di Comfort, non trovate? Illuminotecnica? #Illuminazione naturale.

 

Quando la combinazione di temperatura e umidità non riesce mai ad esser quella giusta, quando in estate non circola un filo d’aria e ci si sente soffocare…anche questa è carenza di Comfort. Comfort igrotermico. #Ventilazione naturale

 

Ma soprattutto, in un’unica espressione: #ProgettazioneBioclimatica.

Non c’è casa davvero pienamente sana che non sia stata progettata secondo i principi della cosiddetta “architettura bioclimatica”. Una maniera di progettare che ricerca il comfort e cerca di ottenerlo il più possibile con accorgimenti “naturali”, limitando al massimo il ricorso a quella che chiamiamo (erroneamente) “tecnologia”.

 

Vuoi saperne di più?

Vedi il nostro video sulla progettazione bioclimatica.

Costruire con materiali salubri

casa sana casagiusta

E quali sono i materiali salubri ovvero atti a comporre una casa sana? Forse è il caso di chiarire cosa si intende per “sano”.

 

Per una visione ad ampio raggio, la nostra idea di sano guarda a tutta la storia di un materiale/prodotto. Legname proveniente da deforestazione selvaggia…non è sano, per noi. Non è sano per noi, nel duplice senso di Non è sano secondo noi e Non è sano nei riguardi di noi…tutti.

 

Nell’opinione comune, si intende “non sano” un materiale che rilascia sostanze tossiche durante il periodo in cui detto materiale ci è vicino nella quotidianità. E quindi si tratta ad esempio di prodotti che rilasciano VOC (composti organici volatili), si parla di colle di vario genere, di sostanze cancerogene, etc. etc.

In questa ottica, un cappotto termico in polistirene è sano. In altri termini, rivestire casa propria di un derivato del petrolio, è sano. Per molti, è addirittura ecologico. Infatti è l’intervento più effettuato con gli incentivi “ECO-bonus”.

 

Costruire con materiali sani per una casa sana significa, nella nostra filosofia di vita, costruire con prodotti che lasciano un impronta il più piccola possibile sul Pianeta, facendo meno danni possibili nella loro estrazione, nel ciclo di trasformazione, nello smaltimento.

E questo non facendosi belli puntando i riflettori su un solo prodotto, come ad esempio la paglia e “la casa in paglia”, ma passando in rassegna con questo scanner tutti ma proprio tutti i materiali, tutte le fasi produttive e costruttive.

Ci proviamo. Non è semplice. E’ doveroso ogni sforzo per riuscirci.

Arredare con oggetti salubri

casa sana casagiusta

Stacchiamo rametti di salice e, così come sono, intrecciamoli per farne un cesto.

Ne risulterà un oggetto al 100% biodegradabile e non inquinante.

 

Riempiamo ora la stessa cesta con barattoli di colla, di resine epossidiche, plastiche varie…etc. Etc.

Il contenitore in sé e per sé è ancora 100% biodegradabile e non inquinante. Ma se consideriamo tutto insieme, contenitore e contenuto?

Ehm ehm…

 

Il nostro “core business” è la progettazione&costruzione di una casa sana in legno, paglia e altri materiali naturali. L’arredo…rarissimamente ci compete. E molto spesso nemmeno la realizzazione delle cosiddette finiture (la posa di pavimenti, rivestimenti per bagni, cucine, etc.).

Sentiamo comunque il dovere di dotare il cliente di quelle informazioni che sono necessarie ad effettuare una scelta consapevole. Questo stesso articolo ne è un esempio, sia pur piccolo.

 

Buone pratiche

casa sana casagiusta

Volete insegnare a me come si vive? Volete dirmi come devo abitare casa mia?

Qualcuno potrebbe obiettare così.

 

 

Vediamola da un altro punto di vista. Se comprate un elettrodomestico, troverete sempre allegate delle istruzioni di uso, finalizzate a non compromettere il buon funzionamento, a consentirne la maggior durata possibile nel tempo con efficienza e, ultimo non per importanza, a non danneggiare voi stessi.

 

 

E più l’elettrodomestico è complesso, più le istruzioni sono articolate.

Nell’installazione di una stufa, il posatore dovrà porre attenzione alla distanza dalla parete, al posizionamento della canalizzazione di aspirazione, della canna fumaria, etc. Altrettanto importante, il residente dovrà provvedere a mantenere pulita la canna fumaria, ad esempio. E i rischi per un’inadempienza in questo ambito, sono altissimi.

 

 

Da questa prospettiva, sapendo che “l’organismo casa” è un organismo complesso e articolato, non ritenete che sia doveroso che venga “consegnato” con tanto di istruzioni per l’uso da osservare con attenzione?

 

Queste osservanze saranno le nostre buone pratiche da adottare per mantenerci in vita in una casa sana e mantenere in vita la casa sana stessa!

Perché la casa può anche essere stata progettata sana, costruita sana, arredata sana…ma deve anche essere utilizzata in modo che sana resti.

 

 

Non resta che augurarci di scoprire assieme quest’ultima tappa del percorso…nell’abitazione che CasaGiusta avrà realizzato per te. La CasaGiusta – quindi anche la casa sana – per te.

 

Conclusione

casa sana casagiusta comfort benessere

Per arrivare a creare una casa entro la quale vivere in ogni circostanza, sotto ogni aspetto, una sensazione di benessere a tutto tondo, bisogna lavorare in questa direzione dall’inizio alla fine del processo, avendo chiaro quali fattori naturali creano tale sensazione, quali accorgimenti ci permettono di sfruttarli al massimo, quali materiali sono a 360° sani, nella costruzione come nell’arredo, e come anche noi stessi, con le nostre azioni, possiamo quotidianamente contribuire al nostro benessere utilizzando al meglio tutto quanto il team di validi progettisti e costruttori ci ha messo a disposizione.

 

E come abbiamo visto, equivalere “sano” a “non tossico” è riduttivo e ci porta fuori pista.

Casa Sana vuol dire salubrità, comfort, benessere.

Non hai trovato risposta a qualcuno dei tuoi dubbi? O semplicemente vuoi darci un consiglio per i prossimi articoli?

Scrivici al nostro indirizzo: info@casagiusta.eu - ti risponderemo il prima possibile 😉